foto_taranto_sito_lo

Chi è laNODO

Il marchio laNODO nasce il 26 Agosto 2013 dall’unione di Angela Longo, Stylist, e Maria Paola Minerba, Product Designer.

laNODO rappresenta Taranto che rinasce dal “fumo nero”, per ritrovare, attraverso una linea di borse e accessori moda, la “Città dei due mari”.

I prodotti sono caratterizzati dall’uso di cime nautiche, occhielli da vela e da nodi usati principalmente nel campo della marina.

lanodo_logo_180-2

‘‘Noi non siamo solo fumo nero. Siamo barche. Siamo vele. Salpatori di mari e oratori di delfini.
Siamo pesca. Conoscitori dell’altro mondo, quello subacqueo.
Tutto questo dovrebbe essere ricordato.
Dovremmo farci un NODO!’’

(Taranto, 26 Agosto 2013)

COLLAGE

Il marchio laNODO è cresciuto grazie ai social e a tutte le persone che lo hanno accompagnato, attraverso i loro mi piace e le loro condivisioni, verso la creazione di una vera e propria startup artigianale di accessori moda.

Il 13 dicembre 2015  laNODO S.R.L., vince il bando di concorso NIDI, indetto dalla Regione Puglia per le Nuove iniziative d’impresa, ed apre il suo Laboratorio & Showroom in via Massari 8/A a Taranto.

“Avevamo l’esigenza di avere un nostro laboratorio dove poter lavorare e dar vita a nuovi progetti, un vero proprio PORTO da cui salpare con le nostre idee verso mari grandi e rendere laNODO una compagna che ti guarda le spalle.”

ANGELA_

Angela Longo

Laureata nel 2011 in “Scienze e tecnologia della moda “presso l’università di Scienze della Formazione di Bari, con sede distaccata a Taranto. Conclude il suo ciclo di studi con il progetto di tesi dedicato alla “Visione socio-antropologica della moda da strada”.

Dopo la laurea diventa editrice blogger del fashion blog “ Lauren Street Style”, sulla piattaforma blogspot, occupandosi della raccolta e della recensione di nuovi stili urbani e metropolitani, ponendo l’attenzione sulla teoria mod dell’ “Adopt, adapt and improve”.

Dal 2012 inizia a collaborare come costumista con il gruppo di youtuber tarantini Nirkiop, tra i più famosi in Italia, portando avanti il progetto di più Web Series, come “#UNGIORNOSPECIALE” e “Coinquilini” ottenendo ottimi recensioni dal sito Repubblica.it

Nel 2012 lavora come costumista per il lungometraggio “la Matricola” , l’opera prima degli youtuber NIRKIOP, dalla regia di Maurizio Valente, distribuito attraverso un tour promozionale nelle città di Taranto, Bari, Napoli, Roma, Milano e Torino ottenendo il sold out in tutte le sale e ricevendo ottime recensioni su testate giornalistiche nazionali.

Nel 2013 lavora come costumista per la produzione audio visiva salentina Calibro 9, con la regia di Mauro Russo, a video musicali come “I love jihad”, del rapper tunisino Karkadan, recensito dal magazine “Rolling stone” come video provocazione del 2014.

Sempre nel 2013, lavora come assistente per la costumista Sabrina Beretta, nel lungometraggio, opera prima del regista Massimo Bonetti , “La settima onda” girato in Puglia e in Campania, prodotto dalla Totem film con attori come Valeria Solarino, Francesco Montanari e Alessandro Haber. Nel 2015 riceve la menzione speciale della Giuria per la regia, al Magna Graecia Film Festival.

Maria Paola Minerba

Termina il suo ciclo di studi, 3+2, presso l’I.S.I.A. di Firenze, specializzandosi in Design del Prodotto con 110 e lode, il 27/02/2014.

Nell’anno accademico 2013/2014 ha svolto la mansione di tutor presso l’I.S.I.A di Firenze, per la collaborazione tra l’Azienda Massimo Logli e il corso di Design Strategico del Designer e Professore Mirko Tattarini.

In occasione dell’evento Internazionale del Salone del Mobile di Milano, 2013, Maria Paola Minerba si trova ad ideare, insieme ad un gruppo di suoi colleghi universitari, l’istallazione dello stand n-1, dove espone anche uno dei suoi progetti, “Setaccio” , ideato con altre due sue colleghe Veronica Ciccone e Martina Toccafondi.

Il progetto “Setaccio” viene poi selezionato per EXPO Milano 2015.

Nel novembre 2012 il progetto “Wall Map” (ideato da Maria Paola Minerba, Sara Patetta e Marina Bassani) viene selezionato tra i 10 esclusivi finalisti del contest Creactivity Aword, per l’innovazione, il trasferimento di tecnologie e di conoscenze nel Design, presso il Museo Piaggio Pontedera (FI).

Maria Paola Minerba ha creato dei complementi d’arredo per B&B Nonna Paola, in Viale Magna Grecia 53, Taranto (TA), e si occupa della comunicazione grafica del Ristorante La Pignata, Viale Magna Grecia, Taranto (TA).

Membro attivo del gruppo GIU.NGO-LAB, insieme all’artista Giuseppina Longo e l’acquacoltore e maricoltore creativo Angelo Fabio Bianco. Tre tarantini la cui unione diventa cuore e corpo di un progetto comune che punta al contemporaneo. Uno studio artistico e parascientifico in cui l’ambiente biologico ed ecosostenibile del pianeta entra in rapporto con il valore antropologico dell’uomo contemporaneo. Un lavoro di sinergia installativa riesce ad emergere e vincere il Premio Nazionale VERTICALITÀ: CONCORSO PER OPERE D’ARTE SU GENOVA, con l’opera “Habitat”.

Tre anime tarantine con una sola mission. Tre stili e un solo messaggio. Tre generazioni a confronto ed un solo comune obiettivo: “il futuro”

PAOLA